Biblioteca Civica Bertoliana di Vicenza

Città di Vicenza

 

Archivi di famiglia

 

 

Si tratta di fondi pervenuti alla Bertoliana principalmente attraverso una donazione o una disposizione testamentaria; non mancano tuttavia casi di affidamento in deposito in conseguenza dei potenziali pericoli provocati dall'ultimo conflitto bellico.
Il primo archivio sopraggiunto è quello della famiglia Revese, arrivato in Bertoliana nel 1878 grazie al sacerdote Gaetano Bruto Revese: la condizione posta dal donatore, in quel caso, fu la possibilità di disporre della documentazione per gli studi che quel tempo stava conducendo. Da allora si aggiunsero a quel nucleo archivistico altri 39 fondi che, nella varietà della documentazione conservata al loro interno (con un arco cronologico che si sviluppa dal XI al XX secolo), testimoniano non solo la storia delle nobili famiglie vicentine ma anche quella della città berica e della sua provincia. La ricca cartografia presente dà inoltre conto delle trasformazioni del territorio durante i secoli della Dominazione veneziana.
Gran parte di questi archivi sono stati ordinati e censiti grazie a un progetto sostenuto dalla Fondazione Cariverona tra il 2007 e il 2012 e con il supporto della Soprintendenza archivistica e bibliografica del Veneto e del Trentino alto Adige.


Gli archivi:

Bertolini, Bissari, Carte Bissari (dono Zorzi Giustinian e Brognoligo), Complesso di fondi (Bonin Longare – Nievo - Ghellini Saraceno), Bortolan, Bruto Revese, Caltran Pigatti Salviati Zigiotti, Castelli Riva, Chiericati Salvioni, Chilesotti, Conti Barbaran, Dal Ferro Fracanzani, Da Schio Ferramosca (eredità Scipione Ferramosca), Fiorio, Folco Leonardi Priuli, Godi, Gualdo Cerchiari, Gualdo Priorato, Lampertico, Loschi, Mancassola, Mascarello, Muttoni di Santa Lucia, Pasetti, Piovene Porto Godi, Porto Godi Pigafetta, Roi Fogazzaro Valmarana, Sangiovanni, Scola Camerini, Sesso Ferramosca, Complesso di fondi: Thiene dell'Aquila (discendenza di Giovanni)(Thiene – Bonomo [sub-fondo Pagello], Thiene di Porta Castello), Thiene dell'Aquila (discendenza di Antonio), Thiene del Cane, Trento, Trissino Baston ora Porto Barbaran, Trissino dal Vello d'Oro, Valmarana del Castello, Valmarana di San Faustino, Valmarana di San Lorenzo, Superfondo: Velo, Negri, Leoni Montanari

 

(ultimo aggiornamento: ottobre 2019)

Privilegio sabaudo del 1574 completo del sigillo pendente in cera (Archivio Godi, b. 114)

Disegno della casa dominicale dei Trissino a Meledo (BCB, Raccolta mappe, Meledo XVIII.a.4)

Pergamena (Archivio Bissari, b. 7, n. 7)