Biblioteca Civica Bertoliana di Vicenza

Città di Vicenza

16/09/2021

"Leggi, sogna, viaggia con Agata allegra Mucci"

Diventa una mostra il libro illustrato di Maria Pia Morelli che insegna ai bambini l'accoglienza e la condivisione. A Palazzo Cordellina dal 19 settembre al 17 ottobre

Da sinistra: Visentin, Siotto, Morelli

Quadri che raccontano di bambine e bambini audaci, coraggiosi, curiosi di sperimentare e vivere ogni giorno in armonia con l’ambiente, gli animali, la famiglia e gli amici. Avventure e giochi tra natura e paesaggio per promuovere il territorio: un messaggio di accoglienza, inclusione, ambientalismo. 

E libri illustrati che portano alla scoperta dell’ambiente, educano alla sostenibilità e all’amore per gli animali, svelano la bellezza dell’arte, insegnano il rispetto.

ll progetto "Agata allegra Mucci", sviluppato dall'omonima collana di libri illustrati per bambini (Linea Edizioni) della scrittrice e artista vicentina Maria Pia Morelli, in arte Zapi, è diventato un viaggio a tappe attraverso l’Italia, tra letteratura e mostre e dal 18 settembre arriva anche a Vicenza.

Nella mostra "Leggi, sogna, viaggia con Agata allegra Mucci", organizzata dall'assessorato alla cultura e allestita a Palazzo Cordellina, sede della Biblioteca civica Bertoliana sono esposte opere in tecnica mista (acquarello, pastello, china, tempera, colla) realizzate dalla stessa Morelli.

La mostra è stata presentata oggi in sala Dalla Pozza a Palazzo Cordellina dall'assessore alla cultura Simona Siotto, dalla presidente della Biblioteca civica Bertoliana Chiara Visentin, e l'ideatrice della mostra e autrice delle favole illustrate “Agata allegra Mucci”  Maria Pia Morelli.

"La mostra ospitata a Palazzo Cordellina racconta un progetto particolarmente interessante rivolto al pubblico più giovane: libri per bambini, scritti e illustrati da una vicentina che parlano di tanti splendidi luoghi di cui l'Italia è ricca e tra questi non poteva mancare Vicenza - ha dichiarato l'assessore alla cultura Simona Siotto -. Alla nostra città, infatti, è dedicato il libro che celebra uno dei maggiori artisti del Settecento veneziano, Giambattista Tiepolo, pubblicato in occasione dei 250 anni dalla sua scomparsa. Il volume aiuterà i bambini a conoscere questo importante artista ed è per questo motivo che l'assessorato all'istruzione nelle prossime settimane consegnerà nelle scuole della città alcune copie. Inoltre 70 libri sono a disposizione della Biblioteca Bertoliana che li distribuirà in occasione di laboratori o iniziative dedicate a Vicenza".

"E' importante comunicare e condividere l'arte e i nostri patrimoni artistici, architettonici e paesaggistici ad ogni livello di apprendimento: bambini, giovani, adulti - ha spiegato Chiara Visentin, presidente della Biblioteca civica Bertoliana -.Un libro e una mostra per giovani generazioni come questi che oggi presentiamo in Bertoliana e che trattano il tema dell'amicizia e della conoscenza delle espressioni artistiche sono insieme un'idea coraggiosa e interessante. Siamo abituati a lavorare per compartimenti stagni: la letteratura per l'infanzia, l'arte concettuale per gli studiosi, il paesaggio per i geografi, i grandi scrittori del Novecento per adulti intellettualmente preparati, l'arte o la storia per gli addetti del settore; ebbene, se riuscissimo a superare una volta ogni tanto questi muri per liberare la conoscenza e la cultura, togliendone l'aura dell'erudizione sarebbe già un successo.

"Molti degli spunti per queste storie vengono dalla mia vita – ha rivelato Maria Pia Morelli - . Nei libri ci sono la mia famiglia, le persone che amo, i luoghi della mia infanzia e quelli significativi della mia esistenza. La protagonista è Agata, la sorellina di mio figlio Massimiliano. Quello che ho voluto comunicare ai bambini e alle bambine che leggeranno è “mai arrendersi”, essere coraggiosi, cercare sempre una progettualità del vivere, alimentare la creatività di ciascuno di noi per rendere migliori non solo le nostre vite ma anche quelle degli altri".

La mostra, partita dal Museo Civico di Bassano del Grappa (Vicenza), ha fatto tappa a Cittadella (Padova) ed è arrivata a Bari il 22 luglio, all’Istituto Opera Pia Carmine, con due laboratori di illustrazione e “Racconta storie” al Centro socio-educativo diurno Carmine, per poi proseguire verso Cortina (da lunedì 13 settembre). Dopo Vicenza la mostra sarà poi a Lecce (in gennaio) e successivamente Feltre, Como, Gallipoli, Bologna, Livigno, Roma.

Protagonisti dei quadri sono i personaggi della collana Agata allegra che racconta le avventure di due sorelline, Agata e Allegra - bambina di origine cinese adottata dalla famiglia veneta Delle Peonie - , e del loro cuginetto Mucci. Insieme girano l’Italia e vanno anche all’estero con un gruppo di animali bizzarri. Le fiabe fanno conoscere la storia, la musica e l’arte del territorio in cui sono ambientate e portano a capire che "tutto ciò che si può sognare si può fare".  Attraverso il dinamismo e l’energia di Agata, di Allegra e di Mucci le storie parlano di bambine e bambini audaci, coraggiosi, curiosi di sperimentare, di buoni sentimenti e di energia positiva.

Tra le ultime uscite ci sono “Agata allegra e il pennello di Giambattista Tiepolo”, pensato per le celebrazioni dei 250 anni dalla morte dell’artista e  “Agata allegra e la missione Save the cats di Gregorio e Uma”, che sostiene il progetto del pilota bassanese rallysta Michele Piccolotto per salvare i gatti abbandonati lungo il Brenta.

Nei libri si parla di amicizia, accoglienza, amore e rispetto per gli animali e l’ambiente, di valorizzazione di talenti e passioni, perché ogni bambina e ogni bambino diventi ciò che vuole, senza condizionamenti. E si parla anche di riscoperta del valore del tempo (lento) trascorso con nonni, zii e amici, per dare un messaggio di speranza per i bambini, le bambine e le famiglie, in questo momento di pandemia mondiale da Covid-19 e di lenta ripresa. 

I valori trasmessi dai libri e dalle illustrazioni, attraverso le avventure di Agata e Allegra, insieme al cuginetto Mucci e alla banda di animaletti, insegnano a valorizzare il talento e i sogni di ogni bambino e di ogni bambina, educando all’integrazione, al rispetto per l’ambiente e all’amore per lo sport nel senso etico e ludico della sana competizione. Sensibilizzano all’accoglienza e alla condivisione (nella storia Allegra è una bambina adottata), aiutando i piccoli lettori e lettrici a fare la differenza e orientarsi tra consumismo e bisogni di potere e denaro e invece i bisogni qualitativi dell’introspezione, dell’amicizia, del gioco, dell’amore e della bellezza.

I libri di Maria Pia Morelli sono piaciuti anche ai principini George e Charlotte di Cambridge. L’autrice ha spedito i libri della collana a William e Kate a Kensington Palace. E la principessa Kate Middleton ha risposto con varie lettere in cui ha ringraziato dei doni, dicendo che ai bimbi sono piaciuti molto.

La mostra è allestita al piano terra di Palazzo Cordellina, verrà inaugurata sabato 18 settembre alle 18 (ingresso su invito) e potrà essere visitata dal 19 settembre al 17 ottobre, il venerdì dalle 14 alle 18, il sabato e la domenica dalle 10 alle 18 (ingresso libero).

Informazioni: Ufficio cultura, cultura@comune.vicenza.it; Biblioteca civica Bertoliana 0444578203.

Videonotizia disponibile nel canale YouTube Città di Vicenza: https://www.youtube.com/watch?v=ZN1G8182QdU

Documenti allegati

Audio

Gio01

Galleria fotografica

Da sinistra: Visentin, Siotto, Morelli Morelli Da sinistra: Visentin, Siotto, Morelli Maria Pia Morelli

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.