Biblioteca Civica Bertoliana di Vicenza

Città di Vicenza

30/08/2021

“ViYoung", il 3 settembre un’iniziativa per i giovani nel chiostro di Palazzo San Giacomo

Da sinistra Tolio, Maltauro, Visentin, Biffanti

Spazio ai giovani e spazio per i giovani: con “ViYoung” l’ufficio politiche giovanili del Comune di Vicenza, la Biblioteca Bertoliana e il Progetto Giovani propongono venerdì 3 settembre, dalle 18 alle 22, un’iniziativa dedicata ai ragazzi, che verrà realizzata in un nuovo spazio a loro dedicato nel chiostro di Palazzo San Giacomo, sede della Biblioteca Bertoliana, in contra’ Riale 5.

L’evento è stato presentato oggi dall’assessore e dal consigliere con delega alle politiche giovanili Cristina Tolio e Jacopo Maltauro, dalla presidente della biblioteca civica Bertoliana Chiara Visentin e da Flavio Biffanti coordinatore di Studio Progetto.

L’iniziativa sarà anche un momento di confronto tra le nuove generazioni e prevede alle 12 la premiazione delle migliori opere presentate nei tre concorsi artistici (fotografia, scrittura e video-making) organizzati dal Progetto Giovani Vicenza.

Dalle 18 seguiranno, dopo i saluti del sindaco di Vicenza Francesco Rucco, dell’assessore con delega alle politiche giovanili Cristina Tolio e del consigliere delegato alle politiche giovanili Jacopo Maltauro, quattro tavole rotonde: si parlerà di volontariato, di mondo del lavoro, di cultura e di musica, con giovani rappresentanti vicentini dei vari ambiti, che si alterneranno in quattro incontri di mezz’ora ciascuno.

Per concludere, alle 20 sarà offerto un buffet con dj set, con diretta su Radio Vicenza.

I giovani - ha affermato l’assessore alle politiche giovanili Cristina Tolio - hanno pagato un prezzo alto per la pandemia di Covid-19, adesso dobbiamo aiutarli a ripartire. Lo facciamo con questo progetto che prevede diverse iniziative: si inizierà con la premiazione dei concorsi organizzati dal Progetto Giovani, a cui hanno preso parte molti ragazzi; seguiranno le tavole rotonde nel nuovo e bellissimo spazio del chiostro di Palazzo San Giacomo, dedicato proprio all’aggregazione dei ragazzi. Si tratta di un’iniziativa importante, che rientra nel percorso avviato dalle politiche giovanili, coinvolgendo le istituzioni e associazioni del territorio, per mantenere il contatto con tutti i giovani ed in particolare con quelli che hanno sofferto maggiormente per il distanziamento sociale e i timori legati all’emergenza sanitaria”.

“I giovani non hanno bisogno di critiche – ha spiegato il consigliere delegato alle politiche giovanili Jacopo Maltauro - ma di buoni esempi e di opportunità costruttive e l’evento di ViYoung punta proprio a questo: dare spazio ai giovani valorizzando chi si è distinto e fornendo stimoli e slanci a chi oggi fatica a trovarne a causa di questa lunga pandemia. Un’iniziativa che nasce con l’obbiettivo di lanciare il nuovo spazio verde di palazzo San Giacomo, che abbiamo realizzato qualche mese fa grazie ad un emendamento che ho presentato in sede di bilancio dopo un lungo dialogo aperto con le rappresentanze giovanili universitarie, studentesche e sociali. Una nuova area all’aperto per studiare e trovarsi che non rappresenta solo uno spazio fisico ma anche uno spazio culturale e di riflessione, proprio come il programma di venerdì che vede coinvolti circa 16 realtà giovanili, individuali o associative, pronte a confrontarsi sui temi del volontariato giovanile, della cultura, del lavoro e della musica. Un momento di dibattito di circa 2 ore, agevolato da giornalisti professionisti e che si concluderà a ritmo di dj set con radio Vicenza e di buffet per dare adito allo scambio positivo tra tutti i giovani coinvolti, compresi i 40 giovani spettatori che gratuitamente potranno intervenire ed interagire a partire dalle 18 alle 22 appunto. Un’occasione per ascoltare, ascoltarsi e per ribadire la centrale importanza dei giovani nel contesto odierno”.

“Questa giornata dedicata ai giovani è particolarmente sentita in Bertoliana – ha sottolineato Chiara Visentin, presidente della civica vicentina -. Il progetto rientra tra le nostre prospettive di organizzare e realizzare spazi eticamente e socialmente sempre più interessanti, in cui l’innovazione e la sperimentazione di esperienze e di futuri possibili diventano la base del coinvolgimento. Spazi vitali, luoghi per e delle persone: la Bertoliana è così da sempre, essendo un luogo, in linea di principio, aperto a tutti. La sfida è quella però di consolidare le interazioni soprattutto tra i giovani, tra le loro culture, comportamenti, inclinazioni e atteggiamenti. La nostra dimensione pubblica, implementata dagli investimenti che l’amministrazione ha voluto dedicare agli spazi della Bertoliana, viene a rafforzarci come sede privilegiata per la vita della comunità giovanile. Mi piace qui riportare una citazione di Aldo Cibic, creativo vicentino di fama mondiale che da anni si dedica a pensare nuove forme di aggregazione giovanile: “Le azioni delle persone possono determinare l’identità di uno spazio. Le architetture devono diventare gli abiti delle attività”.

"L'evento del 3 settembre – ha concluso Flavio Biffanti, responsabile di Progetto Giovani - sarà l'occasione per mostrare alla città le opere create dai giovani vicentini nell'ultimo anno e mezzo vissuto in convivenza con la pandemia: foto, racconti e video che raccontano e conserveranno per il futuro le emozioni vissute in uno dei periodi più complessi della nostra storia con gli occhi di ragazze ragazzi dai 13 ai 30 anni"

Collaborano all’iniziativa Il Giornale di Vicenza e Radio Vicenza.

 

Il programma

Alle 12: conferenza stampa con premiazione delle migliori opere presentate nei tre concorsi artistici (fotografia, scrittura e video-making) organizzati dal Progetto Giovani Vicenza da maggio 2020 a giugno 2021 per rappresentare il periodo di convivenza con la pandemia dal punto di vista di ragazze e ragazzi vicentini dai 13 ai 30 anni.

Alle 18: saluti istituzionali.

Alle 18.15: tavole rotonde.

Il volontariato e i giovani: con Guido Giacomelli (Sezione Giovani Fidas Vicenza), Alice Cusumano (Admo), Eleonora Berno (Protezione Civile), Caterina Battilana e Matteo Principato (Servizio civile universale) – modera Marcello Manea, formatore;

Le prospettive lavorative dei giovani: con Elisa Beniero (presidente OGEP-Osservatorio Giovani dell'Economia e delle Professioni Vicenza), Matteo Perin (vicepresidente Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Vicenza), Francesco Di Noia (fondatore di Progetto Studenti), Federico Naidi (presidente JEst-Junior Enterprise) – modera Giulia Armeni, giornalista;

La cultura e i giovani: con Aurora Candelli (artista e formatrice de "La Piccionaia"), Luca Zaltron (Associazione Yūtopia), Costanza Muraro (riconoscimento speciale al Premio Campiello giovani 2020), Francesco Pozza (medaglia d'oro delle Olimpiadi di Matematica 2021) - modera Francesco Poli, Associazione Liberi Pensatori;

La musica dei giovani: con il quartetto d’archi Neuma, la cover band I Notturni, il cantante Tobia Lanaro, la presidente dell’Orchestra Fiati della provincia di Vicenza Chiara Cisco – modera Matteo Sandri, Radio Vicenza.

Alle 20: buffet con DJ set, con diretta su Radio Vicenza.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei 40 posti disponibili.

In caso di maltempo l'iniziativa si svolgerà a Palazzo Cordellina (contra' Riale 12).

In ottemperanza al DL 23 luglio 2021, n. 105, l’ingresso è subordinato all’esibizione della Certificazione verde Covid-19 (Green Pass), insieme a un documento d’identità valido. Il Green Pass non è richiesto per i visitatori al di sotto dei 12 anni di età e per i soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica.

Maggiori Informazioni:

https://www.comune.vicenza.it/vicenza/eventi/evento.php/293259

Ufficio politiche giovanili: ffontana@comune.vicenza.it, 0444 222134

Studio Progetto: progetto@giovani.vi.it, 346-3133946

Biblioteca civica Bertoliana: consulenza.bertoliana@comune.vicenza.it, 0444 578203

 

Documenti allegati

Audio

Lun01

Galleria fotografica

Da sinistra Tolio, Maltauro, Visentin, Biffanti

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.