Biblioteca Civica Bertoliana di Vicenza

Città di Vicenza

 

L'Istituzione pubblica culturale Biblioteca Civica Bertoliana è realtà strumentale del Comune di Vicenza per la gestione dei servizi bibliotecari cittadini.

La Biblioteca Civica Bertoliana è stata retta dal Comune di Vicenza in economia fino al 1946.
In seguito, essendo stata riconosciuta la valenza provinciale della stessa, è sorto un Consorzio per la Gestione della Biblioteca composto dal Comune di Vicenza e dall'Amministrazione Provinciale. A seguito della promulgazione della legge 142/1990 di modificava degli Enti Locali, nel 1992 il Consorzio venne sciolto e la Biblioteca passò in gestione diretta del Comune di Vicenza. Il 27 ottobre 1994 il Comune deliberò la nascita dell'Istituzione pubblica culturale Biblioteca Civica Bertoliana, realtà strumentale del Comune di Vicenza.
A questa data è nata l'Istituzione pubblica culturale Biblioteca Civica Bertoliana, ente strumentale del Comune di Vicenza.
All'Istituzione compete la gestione dei servizi bibliotecari comunali della Città: centrali e decentrati, di conservazione, di studio e ricerca, di pubblica lettura.
Dal 1990 ha aderito al progetto SBN (Servizio Bibliotecario Nazionale) ed è incaricata dalla Regione Veneto del coordinamento del Polo SBN VIA.
Dal 2000, su incarico della Provincia di Vicenza, promuove e gestisce le attività del Servizio Bibliotecario Provinciale Vicentino (SBPV), rete di cooperazione alla quale aderiscono 85 comuni vicentini.